PAROLE CHE FERISCONO: il linguaggio del mobbing e della violenza di genere

Dibattito su azioni, atteggiamenti, battute, parole e linguaggi sessualizzati che feriscono.

La violenza di genere nasce e si alimenta anche in forme verbali di natura sessuale che violano la dignità e creano un ambiente ostile, degradante, umiliante, offensivo o intimidatorio, talvolta anche sul lavoro.

Intervengono:
Sonia Alvisi – Consigliera di Parità della Regione Emilia – Romagna
Federica Formato – University of Brigthon
Gabriele Maestri – Università Roma Tre
Anna Lisa Somma – University of Birmingham
Modera Simonetta Mingazzini – Biblioteca dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia – Romagna

 

SEZIONE

CONVEGNO