#staizitta giornalista! Dall’hate speech allo zoombombing, quando le parole imbavagliano di Silvia Garambois e Paola Rizzi (All Around, 2021)

Cessa», «maestrina», «troia», «vai a fare la calza», «meriti di morire», «sei solo brava con la bocca», «un mostro di bruttezza e cattiveria», «strega», «a te non ti stupra nessuno», «la vedo bene come cassiera» …Gli autori non sono solo leoni da tastiera solitari, sempre più spesso sono squadre di odiatori organizzati il cui scopo è silenziare il lavoro delle giornaliste.
Alcune giornaliste raccontano che cosa significa lavorare, raccogliere notizie, smontare fake news sapendo che la conseguenza sarà una grandine di insulti e minacce. Tornare a casa e guardarsi le spalle, passare le notti a cancellare commenti infami, denunciare alla polizia postale.

Intervengono:

Paola Rizzi, Giornalista e parte del direttivo nazionale dell’associazione GiULiA Giornaliste Unite Libere e Autonome

Elisa Giomi, Commissaria AgCom – Authority per le Garanzie nelle Comunicazioni e professoressa Associata in Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università degli Studi Roma Tre

Elisa Coco, Socia fondatrice Comunicattive

Eleonora Zavatti, Casa delle donne per non subire violenza

SEZIONE

LIBRI

QUANDO

07/12/2021
18:00 — 19:00